Infallibile? – quattordicesima parte

Un abbraccio lungo e forte. Un dono dell’età, forse. Quindici, vent’anni prima Paolo non avrebbe osato. Emma invece avrebbe cercato di andare ben oltre.
Riluttanti, si staccarono, ultime a separarsi furono le mani. Il tutto in silenzio. Poi

– Vieni, andiamo in casa, Paolo. Ti preparo qualcosa, un caffè, un tè, una cioccolata…

– Ma… io non so… mi aspetta don Carlo… avrei già dovuto essere là da mezz’ora… e poi…

– Oh, aspetterà ancora un po’. E’ un montanaro verace, non misura il tempo con gli orologi al quarzo. Dai, vieni!

La casa era piccola, arredata in modo molto spartano. Una stufa a legna su cui poggiava un bollitore era accesa, nonostante fuori fosse una tiepida e assolata mattina di autunno.
Paolo si sedette su una vecchia sedia di legno ad un altrettanto vecchio tavolino, mentre, in silenzio, Emma preparava il tè.

– Stavo giusto pensando di farmene una tazza, non pensavo che avrei avuto compagnia!

– Mi suona strana questa frase, decisamente!

– Ahahahah! Già…

La risata di lei era cristallina e maliziosa, come lui la ricordava. Solo le movenze più pacate indicavano un cambiamento, che non era dovuto solo al passare degli anni.

– Non ti aspettavi di trovarmi qui a fare l’eremita, eh?

– Be’, ho imparato ad aspettarmi di tutto, ma per immaginare questo ci sarebbe voluta una bella fantasia!

– Sì, hai ragione. Sai, in questi ultimi pochi anni mi pare di aver vissuto di più che in quel turbine di eventi che è stata la mia esistenza precedente.

– Proprio non ti ci vedo, e mi suona veramente strano sentirti dire così…

– Eppure… Paolo, mi prenderai per scema, ma inizialmente avevo pensato di diventare come te.

– Un uomo?

– Ahahahah! Ma no, sciocco! Volevo capire come riempire il vuoto che sempre più mi sentivo dentro privandomi del superfluo e dandomi da fare per gli altri.

Emma versò l’acqua nelle tazze e mise in tavola una scatola con bustine di tè assortite. O per meglio dire, spaiate.

– Non ti scandalizzare. Le bustine le ho rubacchiate qua e là per vari bar. Sai, quelli in cui ti portano un intero assortimento…

– Rubacchiate? Be’, se volevi essere come me… io non rubo!

– Sai, non ho molti soldi. Ogni tanto pubblicano qualche mio articolo, mi pagano poco e quando capita. Certo, Ernesto mi manda regolarmente un assegno, che uso in gran parte per la casa di accoglienza…

– Ho conosciuto Ernesto. E’ un uomo buono, con l’anima scavata dalla tristezza. Cerca di riempire il buco con la musica. E con il whiskey, direi!

– Sì, Ernesto è davvero un uomo buono. E’ il mio più grande rimorso, mi dispiace sapere che ha sofferto, che soffre per causa mia. Credevo che fosse come tutti gli altri, interessato alla… ehm… superficie…

– A me è parso di no!

– Già! Ma all’inizio sembrava che in fondo gli fregasse poco di me… Invece mi vuole ancora un bene dell’anima! Ah, che cazzate si combinano.

– Proprio vero… scusa, non parlo di te!

– Figurati! Paolo…

– Sì?

– Sai, Paolo… è curioso come, dopo così tanti anni che non ci sentivamo, stiamo parlando di cose intime con tanta naturalezza…

– Mah… è vero, mi è riuscito spontaneo…

– …come fossimo una vecchia coppia ben affiatata, eheheh!

– Emma!

– E perché no? L’idea mi piace…

– E’ ora che vada da don Carlo!

– Ahahahah! Allora non sei cambiato… pensi che voglia sedurti? Ora, che sono diventata una vecchia carampana?

– Veramente ti trovo decisamente carina… ehm, sì, intendevo dire che ti tieni molto bene!

– Balle! In questi ultimi due anni non mi sono tenuta per niente…
– Be’, io ti vedo bella.

– Grazie Paolo… eremita sì, ma sono sempre una donna.

– Pare anche a me…

– Ahahahahah! ho sempre amato la tua ironia!

– Emma…

– Sì?

– …anch’io ho avuto l’illusione che tu ed io fossimo una vecchia coppia.

Emma gli prese una mano. Lui le prese l’altra, per cinque secondi che sembrarono un’eternità.

– Be’… ciao, ci vediamo presto… grazie per il tè… ora vado. Vado.

– Ciao Paolo. Sì, a presto.

Paolo risalì in auto, fece inversione e si diresse alla volta del paese in cui si trovava la parrocchia del suo amico don Carlo. Emma rimase sulla strada a seguirlo con gli occhi, finché non scomparve dietro una curva.

– A presto…

– Paolo, cazzo! Ti aspettavo più di due ore fa! Due ore e un quarto, per l’esattezza! Dove minchia ti sei cacciato, mi stavo preoccupando!

– (meno male che era un montanaro verace, non misura il tempo con l’orologio al quarzo! Infatti ne userà uno atomico!) Scusa Carlo… mi ero perso… e poi ho bucato… e poi…

– Ma non ce l’hai un fottuto cellulare?

– Ehm… no, non ce l’ho…

– Va be’, comunque tutto è bene quel che finisce bene, no? cazzo, Paolo! da quanti anni! figa, non sei cambiato per niente!

– Neanche tu… be’… a dire il vero non ricordavo che tu facessi uso di certi… ehm… intercalari. Niente di male, eh?

– Intercalari? ma come minchia parli? Sai, lavorando con i giovani alla casa di accoglienza è meglio adeguarsi al loro stile, zio canarino!

– Ah. E i parrocchiani sono contenti di avere un prete così al passo con i tempi?

– Cazzi loro! Be’, a dire il vero alle mie messe non c’è mai molta gente, vanno tutti a sentire quel vecchio babbione del parroco, nonostante sia completamente riconglionito…

– E tu… Va be’, ho capito. Immagino che ti dedichi soprattutto alla casa di accoglienza…

– Ci puoi scommettere i coglioni!

– Presumo sia una risposta affermativa. Emma collabora con voi?

– Figa! …sì, intendevo… caspita! E’ molto in gamba quella comunistazza! Ultimamente si sta avvicinando alla fede… da qualche mese partecipa pure alla messa.

– Non c’è più religione, eheheh!

– Bella lì, zio! Che battuta cazzuta!

– Zio? Ma se ho solo un anno più di te… Emma che va a messa… che strano. Eppure, in principio era così…

– In principio quando?

-Ai tempi di Hans Küng e del suo "Infallibile?"… si, insomma, trent’anni fa! Pensa che eravamo entrambi nell’azione cattolica!

– E lei ti faceva il filo, eh?

– Cosa? Che ne sai, tu?

– Ahahah! Ci sei rimasto come un povero stronzo, eh? Be’, Emma si confessa pure…

– Davvero? Allora ti avrà detto tutto…

– Spero di sì, eheheh!

– E… scusa, non devo chiederti niente…

– E certo, cazzo! cosa credi, che violi il segreto confessionale? Su, andiamo a pranzo, che poi ti mostro il centro.

– Bene. E… ci sarà anche… Emma?

– Ma certo! Paolo, vecchio puttaniere, mi sa che anche tu hai qualcosa da dirmi.

– Io? A te? Mah… credo di sì

– Certo che sì. Andiamo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

71 risposte a Infallibile? – quattordicesima parte

  1. riuriuchiu ha detto:

    andiamo, andiamo…
    🙂

  2. laura48 ha detto:

    Parole che sanno di malinconia, di cose passate lasciate a metà.
    Niente è più come prima, ma il ritrovarsi è come se il tempo si fosse annullato per una frazione di secondi.
    Questo, alla fine, è il potere dei sentimenti.
    Buon risveglio e un abbraccio

  3. guardianodimucc ha detto:

    E’ da parecchio che non frequento preti: i tuoi so simpatici. E Emma, grande eroina. Sarà che io dimentico e cancello, ma di mie ex mai visto più nessuna. Meglio così me le ricordo sempre con tenerezza quando qualche volta ci penso. E giovani e belle. Un abbraccio.
    Antonio

  4. wilcoyote ha detto:

    Dove, Riu? Ah, ho capito ;)))
    …andiamo verso l’epilogo, direi.
    Ciao!

    Buongiorno Laura. E’ proprio quella l’idea che volevo rendere: irreversibile cambiamento e forza di un sentimento.
    Un abbraccio.

  5. dolcecaronte ha detto:

    …azz, Mario, ma e’ lunghissima questa 14^ parte…la leggo dopo, se riesco…intanto una grande giornata ti accompagni…DC

  6. wilcoyote ha detto:

    E’ lunghissima? Acc… mentre la scrivevo sembrava sempre troppo corta…
    Auguro una splendida giornata anche a te!

  7. lilith979 ha detto:

    ops, non l’avevo vista. sai che questa storia mi ricorda degli episodi della mia vita? eppure la tentazione di scoprire la fede in chiesa non mi è venuta mai 😉
    simapaticissimo il dialogo col prete “verace” eheheh

  8. katana78 ha detto:

    dimenticavo

    : O PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR

  9. dolcecaronte ha detto:

    quando pensi che lo scrittore stia arrivando alla meta, ti accorgi che e’ solo alla meta’ del cammino…l’imbarazzo rotto solo dalla confidenza storica dei due e’ ben descritto, il colloquio tra colleghi rompe i canovacciani sproloqui di origine vaticana…ottimo will, secondo me ti stai impantanando su un terreno minato…sperando che nessun prete allineato stia su splinder…
    grande mario, mi sono divertito a leggerti…

  10. wilcoyote ha detto:

    Lilith, davvero? E sì che sei parecchio più giovane di Emma!
    Ho conosciuto un paio di preti più sboccati di me (va be’, non ci vuole tanto…).

    Buongiorno Kata! Ma la pernacchia… era un la?
    Eccotene una in do diesis, così si armonizza:
    PPPPPRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR!

    Grazie, DC! Nonostante sia parecchio distante dagli ambienti curiali, due preti famosi mi hanno influenzato: don Lorenzo Milani e… don Camillo (benché io vada a votare come Peppone).

  11. maestrobuitre ha detto:

    Pensavo (solo ora…) che scrivere un racconto fatto di soli dialoghi senza appoggiarsi su null’altro è una scelta difficile da mandare avanti. Mi piace!!! Sempre un po’ troppo lunghi, ma tanto dài il tempo di leggere, perciò va anche bene così… Saluto!

  12. wilcoyote ha detto:

    Sì, Maestro, è difficile, e infatti non sempre riesco a portare avanti l’esperimento. Ricordo di aver letto cose di Yeoshua in cui si riportavano dialoghi senza le risposte! Bello, ma un pacco…
    Eheheh, il tempo di leggere è conseguenza del poco tempo che ho per scrivere (e poi, non sempre sono “ispirato” a farlo!).
    Ciao!

  13. katana78 ha detto:

    certo che tu capisci sempre fischi per fiaschi!

    era affetto non affettatooo

  14. wilcoyote ha detto:

    Ma figurati, Kata! so a malapena fischiettare!
    Su, vieni a trovarmi, ti offro affetto ed affettato!
    …e magari pure un fiasco. Di bonarda.

  15. DamadelSole ha detto:

    Molto intenso l’incontro tra i due.. la curiosità di vedere come finisce aumenta sempre di più!!!
    Il prete del paesino è troppo simpatico… anche se un po’ troppo sboccato eh!!! :pp
    Un bacio enorme, buona giornata,

    Roby

  16. Vera79 ha detto:

    grazie per i complimenti dal piadinaro! anche se si dice che perseverare è diabolico….

    quando ho un pò di tempo cerco di leggere il tuo blog che sembra molto interessante ma molto impegnativo….! ma è un libro?

  17. wilcoyote ha detto:

    Finirà… come tante storie umane, credo. Il prete vuole allinearsi ai teppisti di cui si occupa.
    Ne avevo conosciuto uno rocchettaro: suonava la chitarra alla Gary Moore e faceva rock blues demenziale in bergamasco…
    Un bacio a te, Roby!

  18. wilcoyote ha detto:

    Ciao Vera! Be’, alla fine hai trovato la risposta, una cosa per niente diabolica, no? 😉
    No, no, non è un libro… in questo blog c’è un po’ di tutto (persino un post di matematica, eheheh!).
    In questi giorni sto scrivendo un racconto a puntate, che mi ha preso un po’ la mano…

  19. KatherineM ha detto:

    ho recuperato le puntate perse…sono sempre in ritardo…ultimamente non riesco più a stare al passo purtroppo! Comunque per ora ce l’ho fatta…
    sempre più intrigante questo tuo romanzo!

  20. senzaunameta ha detto:

    Accetto lo scambio 😉

    Salute

  21. alebenfenati ha detto:

    sono rimasta indietro!!
    mi mancano gli ultimi due capitoli!!
    mi raccomando aspettami!!

    (emm… non ho soldi nel cell
    non riesco a risp agli sms
    cmq detto quel che dovevo dire a chi dovevo dire…non ti dico la reazione, anzi te la dico: di assolutamente incomprensibile gioia…)

  22. wilcoyote ha detto:

    Katherine, non ti preoccupare… tanto non scrivo così velocemente. Non diventerà un romanzo, staremo sotto la quarantina di pagine. Sarà un racconto lungo!
    Ciao!

    SUM, sei sempre un signore!
    Alla tua!

  23. wilcoyote ha detto:

    Ale, ti mancano due capitoli? Non so se posso aspettare un paio di settimane… se vuoi ti telefono e te li leggo io ;)))

    (eh? davvero incomprensibile ^__^)

    Baci.

  24. Pralina ha detto:

    Ciao Mario, ti lascio un bacio e un sorriso… 🙂

  25. manuelscorpione ha detto:

    Uhmmmmm….

    ci sono troppi comunisti….

    quando arriva capitan mutanda???

  26. wilcoyote ha detto:

    Ciao Pralina. Ricambio bacio & sorriso!

    Manuel… arrivo, arrivo… ecco la sigla:

    Avanti, Manuel
    Alla riscossa
    Mutanda rossa trionferà

    …no, eh? ;))

  27. Ilcristian ha detto:

    Che bello un blogger Vogherese!!!

    T’ho linkato al volo!

    A rileggerci
    Krs

  28. wilcoyote ha detto:

    …più o meno vogherese 😉
    Tu quoque, Krs?
    Ciao!

  29. Antonella1029 ha detto:

    ahahha
    fantastico wiiiiiiiiiiiiiiil!!!
    un applauso a don carloooooooooooooo
    :DDDD

    e poi c aggiungo una nota personale:
    W I COMUNISTAZZIIIIIIIIIIIIIIII

    notte Wiiiiiiil
    buon fine settimana!!

  30. wilcoyote ha detto:

    Anto, ssssst! che poi ci sente Manuel e ci màzzola!

    Buon fine settimana anche a te!

  31. katana78 ha detto:

    non lo so di chi è quella canzone uff…

  32. Ilcristian ha detto:

    >…più o meno vogherese 😉
    Tu quoque, Krs? <

    Eh sì, son nato a Voghera ma sono un bel misturone pure io 🙂

    Krs

  33. utente anonimo ha detto:

    ho letto: molto emozionante, wil. snif snif…
    alb

  34. wilcoyote ha detto:

    Kata, vedrai che ci arrivi! se no ti telefono e te la canto…

    Krs, discendo da campagnoli e montanari. A Voghera ci son nato e ci ho fatto il liceo.
    Ciao!

    Alb, tieniti i fazzoletti per il seguito!
    (e grazie per le correzioni, eheheh!)

  35. utente anonimo ha detto:

    ciao, ho letto che sei il fratello di scorpio e che sarai a pranzo da patty; so anche che hai la macchina in garage e preferisci non prenderla, per cui pensavo di darti un passaggio e, con l’occasione, fermarmi a pranzo con voi!!!
    alb
    ps quali correzioni? 😉

  36. utente anonimo ha detto:

    Alb, tieniti i fazzoletti per il seguito!….del racconto, o della vita, intendi?

  37. wilcoyote ha detto:

    Alb, mi hai letto nel pensiero 😉
    (i fazzoletti… per entrambe le cose! non crederai che il mio racconto sia una storia hollywoodiana?)

  38. manuelscorpione ha detto:

    passi che sei comunista…

    passi che usi il mio nome per quella per quella sottospecie di canzone….

    passi che pure Antonella la bonazza è di sinistra….

    MA MOLLA LA PAPPA DI PATTY!!!!

  39. wilcoyote ha detto:

    Ma lo facevo per il tuo bene: il colesterolo, i trigliceridi… son cose che minano la tua salute!

    passi che sei comunista… questo è amore fraterno! Ad un altro mandavi a casa gli amici rasati, eheheh!

    Ciao, fratellazzo! Certo che quell’occhio è inquietante…

  40. riuriuchiu ha detto:

    wil, ma c’è o no la cimice nel confessionale? perchè noi lettori vorremmo esser informati di tutto, ma proprio tutto, in stile grande fratello!

  41. manuelscorpione ha detto:

    ehehehehe….

    l’hai detto fratellone!!!

    a proposito di rasati… sai che mi sono rasato????

  42. wilcoyote ha detto:

    Riu, no, nessuna cimice. Don Carlo sarà sboccato, ma è ligio al segreto professionale. Anzi, mi ha detto che il grande fratello l’ha “spedito fuori dai coglioni a calci in culo” (ipse dixit!).

    Manuel 🙂
    …rasato? Spero solo la barba…

  43. wilcoyote ha detto:

    Ciao Lilith! Buona serata 🙂

  44. fddj ha detto:

    Buonanotte Wil, mi faccio questa maschera di bellezza e vado a nanna… 🙂

  45. wilcoyote ha detto:

    Pralina, la maschera è un tantino inquietante. Te l’hanno venduta come maschera di bellezza? Mi sa che ti hanno ciulata! 😉
    Buongiorno!

  46. fddj ha detto:

    E’ un registratore vecchio modello, rivisitato da Freddie. Come maschera è inquietante, ma come trovata (registratore maschera) secondo me è geniale… ^___________^

  47. guardianodimucc ha detto:

    Ciao Mario buongiorno e buona domenica. Emma addo sta?!?! se infracata con l’amico prete, sicura. Un abbraccio
    Antonio

  48. wilcoyote ha detto:

    Pralina, son stordito io! non avevo capito che era un registratore, l’ho visto bene poi sul tuo blog… E’ vero, è un’ottima trovata!
    Un bacione.

    Antonio, dove sia Emma e cosa stia combinando è sempre un mistero, anche per l’autore della storia 😉
    Un abbraccio e buona domenica a te!

  49. Pralina ha detto:

    Che goduria un’ora in più per dormire… Grazie per il tuo commento sulle violenze domestiche che ho gradito moltissimo. Ti lascio un sorriso… anzi tre così… :)))

  50. alebenfenati ha detto:

    finalmente me lo sono letto con calma
    che ridere!

    ti lascio anch’io un sorriso
    anzi tre

  51. Pralina ha detto:

    Prendi tre sorrisi poi paghi con calma (io e Ale non ti spenniamo, non preoccuparti).

    ^____________^

    ^____________^

    ^____________^

  52. wilcoyote ha detto:

    Pralina, purtroppo io mi son svegliato alla stessa ora, accidenti!
    Grazie per i sorrisi, è sempre un piacere riceverne. Però è decisamente inquietante la grafica simpsoniana!

    Ale, è un piacere indicibile farti ridere.
    Grazie anche a te per i deliziosi sorrisi simpsonian… ah, no! quella sei tu! ;)))
    Tanti baci!

  53. lilith979 ha detto:

    diobò, davvero!con quegli occhietti obliqui sembrano tutti…ehm…no niente…ciao wil!

  54. Blunightavenue ha detto:

    mi piace questo protagonista… ha un’aria familiare!!! Ciao!!!

  55. wilcoyote ha detto:

    Ciao Lilith! Cosa sembrano, con quegli occhietti obliqui?
    Baci.

    Ciao Blu! Che piacere averti qui 🙂
    Paolo ha un aria famigliare? Be’, in effetti incarna il modo di essere di una bella fetta di umanità.

  56. lilith979 ha detto:

    …degli orientali….eheheh

  57. wilcoyote ha detto:

    Lilith: eheheheheh! ;))

    Manuel, ‘sticazzi! alla faccia del rasato!

  58. wilcoyote ha detto:

    ‘notte anche a te Laura. Ma, come noterai al prossimo passaggio, avevo da finire la puntata successiva…

  59. alebenfenati ha detto:

    #56
    ahahaha
    AHAHAHAAHAHAHAHA
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    AHAHAHAHAHAHAH
    AHAHAHAHAHAHAHHAA

    (per te è finita WIL)

  60. wilcoyote ha detto:

    Su, Ale, non avevo gli occhiali, è stata una svista, c’era la gatta che mi distraeva… insomma, non ti arrabbiare! Sei la luce dei miei occhi!
    …ops, forse luce® è un marchio registrato da DamaDelSole per Viv…

  61. Ilcristian ha detto:

    >
    Krs, discendo da campagnoli e montanari. A Voghera ci son nato e ci ho fatto il liceo.
    Ciao! <

    Idem 🙂

    Riciaooooo
    Krs

  62. Pralina ha detto:

    Anfatti… pensavo di esagerare (sui miei occhi a mandorla) e invece trovo chi mi da ragione… e questo non può farmi che piacere. Il colorito giallastro invece è puro Simpson, io non c’entro… ehehehehehehehehehe!!!!! ^_____________^

    Wil, visto che con me ti inquieti continuamente, è già la quarta o quinta volta che ti inquieti, ti posto una cosa per non farti inquietare… :)))

    …ma baciocucci paccierotto, ghughughu… ciau!!!!

  63. Pralina ha detto:

    “Ti preparo qualcosa, un caffè, un tè, una cioccolata…” qui avresti potuto scrivere la classica battuta “un caffè, un thè, un… me!”

    Bella la storia delle bustine fregate nei bar, anche se fa tristezza. Ricordo che il mio povero compagno si riempiva le tasche di bustine di zucchero. E pensare che costa così poco… almeno spero che sia uno di quei thè che costa una sassata.

    Figa!

  64. wilcoyote ha detto:

    Krs, sei per caso la mia versione traslata di un certo intervallo spazio-temporale? Grave, molto grave! 😉

    Pralina, tu non hai gli occhi a mandorla! Hanno un taglio un po’ obliquo, più che altro di stile nord-europeo… e non sei giallastra.
    La versione simpsonizzata non è molto somigliante!
    …e poi non mi inquieto! Affermo con forza i miei punti di vista. E’ un’altra cosa. La camomilla mi piace, ma non mi fa dormire.
    Anni fa grattavo bustine di zucchero di canna che portavo ad una collega eritrea, che preparava torte e biscotti da portare al lavoro. Tutto l’ufficio (composto di sballati non da ridere) partecipava a questo esproprio proletario…

    Cazzo!

  65. Pralina ha detto:

    Senti maaaaaaaaa… che t’inquieti l’hai detto TU TU… 🙂
    A me piacciono le persone che affermano con forza i loro punti di vista, è segno:
    1) di forza di carattere
    2) di una buona vista.

    Basci… bascini… :*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...