Romanticismo rusticano

I più documentati in fatto di letteratura o di melodramma potrebbero pensare ad un remake in chiave demenziale del famoso racconto di Verga (o dell’opera di Mascagni).
…mmm, potrebbe essere un’idea. Ma per adesso rimarrà tale.

Se andassi a dire a mio padre che è un romantico eviterei le randellate solo perché a ottantacinque anni non è più in grado di inseguirmi brandendo un pezzo di rovere stagionato. Ma mi inviterebbe a "non dire stupidate",  esprimendosi però in modo decisamente più colorito (e in dialetto).
Questo perché la parola "romantico" gli evocherebbe stereotipi da film dozzinale oppure gli atteggiamenti stucchevoli (per lui) di una coppia di fidanzatini dei giorni nostri. Ovvero, un modo di vivere i sentimenti troppo chiassoso, una gestualità che non gli appartiene.
A vederlo dà l’impressione di essere un uomo essenzialmente pratico, che evita i gesti e le parole pompose. A meno che non si avveda che l’interlocutore non può capirlo, parla nel suo dialetto della bassa padana.
Quest’ultima cosa a volte mi ha imbarazzato, scioccamente, ma mi ha dato modo di stupirmi ogni volta che lo sentivo apostrofare qualcuno in italiano e con proprietà di linguaggio inaspettata. Presuntuoso da parte mia, questo sorprendermi. Mio padre non ha un alto grado di istruzione, ma è una persona di intelligenza acuta ed ha sempre letto molto, dai romanzi d’appendice ai  classici russi, passando per opere di divulgazione scientifica, per cui è inevitabile che abbia assimilato vocaboli e modo di usarli. A questo punto ritengo che la maniera dimessa di presentarsi sia una sua scelta, coerente con il suo modo di essere.

Allo stesso modo, senza esserne consapevole (oppure sì, ma non lo dà ad intendere), dietro la sua apparenza di ruvido campagnolo c’è pure una sua personale interpretazione del romanticismo. Lo sto constatando soprattutto ora, grazie all’età che ammorbidisce anche gli ossi più duri, ma in fondo a suo modo romantico lo è sempre stato.
Come quando l’8 settembre 1943, mentre prestava servizio di leva sulle Alpi piemontesi, decise di unirsi ad una formazione partigiana attiva in Val Maira (nel cuneese, più o meno dalle parti in cui si canta il brano del post precedente). In modo retrospettivamente (e tragicamente) romantico, i partigiani del suo gruppo trovarono quasi tutti la morte ad opera dei fascisti. Sopravvissuto, iniziò un avventuroso viaggio di ritorno al suo paese, nella bassa dell’Oltrepo Pavese.

Un episodio della sua vita che mi ha sempre intenerito, a cui attribuisco una significativa valenza di romanticismo, risale agli anni in cui era fidanzato con mia madre. Lui abitava in pianura, sulle rive del Po. Lei in una località sperduta nell’Appennino pavese. Il mezzo di locomozione consueto di mio padre era la bicicletta. Troppo faticoso, però, raggiungere la fidanzata montanara pedalando.
Per cui si decise ad acquistare una motocicletta, una Aer Macchi come quella nella foto sotto:

aermacchi cigno125-51
Il fatto che avesse paura di guidarla non lo dissuase. Non lo avrebbe mai ammesso, e non lo ammetterebbe neppure ora, ma per amore mise da parte anche la paura della moto. Così, guanti e casco di cuoio in testa, potè raggiungere più spesso la sua futura moglie nel pittoresco ma selvaggio angolo di monte in cui abitava.
Ecco, me lo immagino così: mascella serrata per la tensione, sguardo concentrato dietro gli occhialoni, mani contratte attorno alle manopole del manubrio, piede sul freno, pronto ad agire. Due bestemmie ad alta voce quando il motore non si avviava subito, un rosario silenzioso (ma recitato di cuore) mentre affrontava le curve, temendo ogni volta di cadere. In premio, la dolce ed ingenua "muntagnèra", come gli abitanti di pianura usavano dire di chi stava in montagna che lo aspettava trepidante.

Dopo qualche anno, appena le finanze glie lo permisero, comprò una FIAT 500.
Anche la 500 ha una storia curiosa. Un giorno accompagnò un amico presso una rivendita di automobili che esponeva la vetturetta della FIAT. L’amico da parecchio tempo stava meditando di acquistarla, ma era costantemente incerto sul da farsi.
La volta che andò con lui mio padre era l’ennesima di una serie di visite presso il venditore.  Il babbo, appena vista da vicino la 500, decise invece sui due piedi di comprarla. Non aveva neppure la patente, ma portò a casa subito l’auto (questo episodio mi ricorda un po’ le storie di Guareschi, in cui la bassa diventa una sorta di far west).

Sì, tutto sommato mio padre è un gran romantico. Ha nascosto bene questo suo aspetto, ma osservandolo ora, anche retrospettivamente, lo noto da tanti dettagli.

Negli ultimi anni sta vivendo quella che a me pare una infatuazione adolescenziale per una "giovane" vicina, appena sessantenne. Si vede da come ne parla, con gli occhi lucidi ed il tono ammirato.

E poi… mah! Ha preso dalla mia biblioteca "Anna Karenina" ed ha letto il tomazzo di oltre seicento pagine in poco tempo. Anna è un’eroina estremamente romantica.
E poi ancora… dopo averne sentito parlare dalla suddetta vicina, si è pure letto un paio di raccolte di racconti di Karen Blixen, nonché il suo romanzo "La mia Africa".

Nonostante queste evidenze, se provo a dargli del romantico rischio le legnate.
Eppure…

L’ultima avventura (ultima spero solo in termini cronologici) la sta vivendo in questi giorni. E’ stato ricoverato in ospedale per una pancreatite dovuta alla presenza di calcoli biliari. Siccome è la seconda volta che gli capita nel giro di un anno, i medici gli hanno proposto di intervenire chirurgicamente, non nascondendogli i seri rischi dell’intervento, a causa dell’età e delle precarie condizioni del suo cuore.
Lui non ha avuto esitazioni: dice che vuole vivere gli anni che gli restano nella maniera migliore possibile, per cui se ci vuole un intervento chirurgico, che si faccia.
Può darsi che non sopravviva? Dall’altra parte c’è chi lo aspetta. Ha vissuto a lungo e in un modo o nell’altro dovrà pur uscire di scena.

Né io né mio fratello, a questo punto, ci siamo permessi di opporci alla decisione
So che andrà incontro all’operazione ed ai suoi seri rischi come più di quarant’anni fa andava incontro, in sella alla sua motocicletta, ai tornanti dell’Appennino. Con la paura negli occhi ma con la determinazione nel cuore.

Papà, spero che sopravviverai a questa avventura, come sei sopravvissuto alle pallottole dei fascisti e alle curve in moto. E a tutte le numerose prove a cui la vita ti ha sottoposto, fra le quali l’esperienza di avere due figli come me e mio fratello.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

73 risposte a Romanticismo rusticano

  1. monicamarghetti ha detto:

    Mario caro,
    adesso seriamente vorrei scriverti la lettera più bella vorrei usare tutte le parole che in questi anni ho imparato
    ma ancora non sarebbero abbastanza!
    In questo tuo scritto così intimo e sentito c’è così tanto amore che è quasi un peccato rovinare le tue parole con commenti infantili e stupidi qui c’è FAMIGLIA QUELLA VERA! l’ho sempre sognata e leggendo di questo tuo papà così forte così deciso così innamorato della vita io mi sento onorata di aver come amico il figlio di quest’uomo che per AMORE ha fatto cose GRANDI e tu sei il risultato di tanto amore…oddio è vero che c’è anche tuo fratello un filino bizzarro ma sarà ugualmente un bravo ragazzo!
    ti voglio bene Mario te ne voglio davvero!
    abbracciami il Papà
    notte
    monica

  2. KatherineM ha detto:

    Tuo padre assomiglia molto al mio, romantico, tenero, coraggioso e orgoglioso…mio padre ha il terrore di dover diventare completamente dipendente, anche se putroppo un po’ lo è già, ma si aggrappa a qualsiasi cosa che gli permetta di vivere ancora in modo dignitoso, con un minimo di autonomia. ( Domani gli prenderemo un dambulatore che lo aiuti a camminare da solo, senza aver paura di cadere da un momento all’altro).
    Anche tuo padre vuole vivere una vita degna di essere vissuta, e coraggiosamente vuole correre tutti i rischi che un intervento può comportare.
    Abbraccialo forte anche da parte mia. Vedrai che andrà tutto bene: non sarà un’operazione a fermare un uomo così vitale e coraggioso!

  3. Lacherise ha detto:

    Cosa dire? Bè se voglio lasciare un commento qualcosa devo voler pur dire.. Vorrei tramutar in parole l’espressione, il sorriso che mi ha accompagnata durante tutta la lettura del post! Come stappare una bottiglia di vino buono, versarla lentamente e alzando il bicchiere ammirare il colore, e poi il gusto.. pieno!

  4. Lacherise ha detto:

    inoltre l’operazione che dovrà fare tua papà un tempo era molto più invasiva… anche le anestesie e dunque il post operatorio era più pesante.. (mio padre ha subito lo stesso intervento ma 10 anni fa)… io (tanto per rimanere in tema di bicchieri..) vedrei il bicchiere mezzo pieno (positivamente intendo)…

  5. laura48 ha detto:

    Sono certa che tuo padre supererà alla grande l’operazione.
    Non conta molto l’età quando si possiede un cuore come il suo.
    Un gran romantico sicuramente, ma lo dico piano così non mi può sentire:-))
    Un abbraccio grande per te Mario ed un in bocca al lupo enorme per tuo padre che è una persona bellissima.
    Passa una notte serena

  6. wilcoyote ha detto:

    Grazie, Monì, sei una dolce e gentile amica.
    Sì, a suo modo mio fratello è un bravo ragazzo, un modo un po’ rustico. Ma in famiglia siamo tutti così, chi più chi meno, indipendentemente dai libri letti e dalle scuole frequentate.
    Mi sa che dal babbo ho preso soprattutto una cosa: la mancanza di senso degli affari 😉

    Ti ringrazio, Katherine! Mi sa che gli uomini di quella generazione hanno davvero un grande desiderio di vivere pienamente l’esistenza fino all’ultimo, in modo molto genuino.
    Un abbraccio a te.

    Lacherise, grazie per le belle parole e la brezza di ottimismo che mi hai indirizzato. Mio padre ha sempre apprezzato il buon vino, le analogie che hai usato sono azzeccatissime! Forse questa consapevolezza mi ha guidato nello scrivere il post 🙂
    Ciao!

    Grazie, Laura! Sì, giusto, non ci facciamo sentire a dargli del romantico, se no inizia a smadonnare! Alla fine ho trascorso una notte serena, anche grazie al fresco portato dai temporali di ieri.
    Un abbraccio a te! 🙂

  7. zanocom ha detto:

    Mario,
    se non disturbo, questo pomeriggio ti telefono.
    Hai scritto delle cose bellissime riuscendo anche a inserire il tradizionale randello di rovere stagionato.

    Spero che vada tutto bene.
    Ciao

  8. lazorra ha detto:

    non si fa così…ora ho gli occhi lucidi di commozione ed un groppo in gola che non va’ giù…e sono in ufficio..
    ti abbraccio forte Mario ed il resto … te l’ho scritto e detto ;*

  9. wilcoyote ha detto:

    Zorra, riesci a far coesistere una personalità decisa e ironica con una deliziosa emotività che a prima vista non si vede (ma che ho imparato a conoscere e apprezzare).
    Ricambio l’abbraccio.

    Ciao Zano! (ehi, ho ben due amici che iniziano per Z).
    Chiama tranquillamente, se sono impegnato te lo dico.
    Grazie 🙂

  10. lazorra ha detto:

    Wil…che dire…mi fai un sacco di complimenti… pensa che io, dopo 39 anni che mi conosco, fatico a vedere tutte quelle belle cose!!
    la mia ironia è per nascondere l’imbarazzo ;))
    ps ma CM fa sempre tante foto?? io odio farmi le foto ehehhehhe

  11. wilcoyote ha detto:

    Zorra, sarà che ho un paio d’anni più di te, eheheh! 🙂
    (l’ironia è il modo migliore di affrontare le nostre debolezze, è una virtù romantica pure questa!)
    A CM ho commissionato tue foto sotto la doccia… avrà provveduto? :DDD

  12. lazorra ha detto:

    Mario…ecco perchè continuava a voler entrare in bagno!!! ;PP
    è riuscito a fotografare il piede … ti basta??

    ps l’ironia è anche un muro a difesa dell’altra parte…quella che si fa ferire troppo facilmente.. ;*

  13. wilcoyote ha detto:

    Va be’… sicuramente avrai un piede molto sexy :DDD

  14. lazorra ha detto:

    mah…. era pure un poco gonfio dopo tutto un giorno in piedi ;PP

  15. wilcoyote ha detto:

    Ah! Non si può avere tutto in questa vita :DDD
    (sì, l’ironia serve anche per quello)

  16. lanoisette ha detto:

    Un enorme in bocca al lupo al tuo papà.

    e… la mia teoria è confermata. chi legge certi libri NON può essere una persona insulsa!

  17. wilcoyote ha detto:

    Grazie, Lanoisette!
    A questo punto non posso che concordare con la tua teoria 🙂
    Ciao! (come stanno procedendo le tue vacanze?)

  18. ipocondriaca ha detto:

    stupendo post…la mia attesa è stata premiata…un abbraccio al tuo papà stupendo….
    buonanotte coyotin…un bacio:))))))

  19. wilcoyote ha detto:

    Viv, grazie (non servono parole)

    Ipo, ti ringrazio. Sono storie che da tempo volevo raccontarlo, mi sembrava il momento di farlo.
    Un bacione!

  20. lazorra ha detto:

    Wil un abbraccio forte.

  21. wilcoyote ha detto:

    Un abbraccio a te, Zorra.
    :*

    Informo te e a quanti può interessare che l’intervento è andato bene. Per ora il babbo è in rianimazione, quindi trepido ancora un po’ :)))

  22. lisolablu ha detto:

    In queste tue parole ci sono i tuoi ricordi e i tuoi sentimenti così come li vivi e ce li hai trasmessi. Sono sicura che il tuo papà è orgoglioso di te per come sei e se leggesse qua ti darebbe le randellate per averlo fatto piangere di commozione.
    Vedrai che andrà tutto a posto.
    Un bacio grande
    Laiza

  23. wilcoyote ha detto:

    Hai ragione, cara Laiza, mio padre è un tipo che si commuove. E si incazza se qualcuno se ne accorge! 🙂
    Un bacio.

  24. lazorra ha detto:

    però voglio sapere che ti ha detto quando si è svegliato ;O)))
    un bacio Mario

  25. wilcoyote ha detto:

    “Ciao… siamo ancora qui, eh?”
    E poi qualche onirica visione di come è stato l’intervento (praticamente si ricorda l’inizio e il risveglio).
    Ciao, Zorrina! :*

  26. lazorra ha detto:

    è un mito!! dagli un abbraccio in più per me! Marioooooo vadoooo ;*

  27. LaVostraProf ha detto:

    Che bello 🙂
    Ora fai una bella stampa di questo post e gliela regali per Natale 🙂
    Un abbraccio a questo papà.

  28. wilcoyote ha detto:

    NostraProf, mi mena se gli faccio leggere ‘sta roba! E poi è abituato a Tolstoj, Blixen. Silone (che ha scoperto un paio d’anni fa… gli è dispiaciuto venire a sapere che è morto e che finiti i libri che gli ho dato non ce ne sono più!).
    Ciao!

    Zorra, provvederò (anche se in famiglia siamo più rustici che espansivi).
    Buone ferie! :*

  29. ipocondriaca ha detto:

    buonanotte coyotin caro!^^
    sogni d’oro, riposa bene, qua fa ancora caldo e il sonno non arriva…un bacio lieve:))))))

  30. arabapernice ha detto:

    Mio caro Wil, siam figli (orgogliosi) di sopravvissuti. Di gioventù affogate dalla guerra, che su di noi han rovesciato speranze a loro negate. Non sempre siamo stati all’altezza, se la nostra generazione ha prodotto aspiranti veline e azzimati tronisti. Mia madre sordamente rimbrotta ‘abbiamo i fascisti al governo’, io non so che replicare, se non che non siam stati capaci.
    E romantici sì, a buon diritto loro: l’orchestra Angelini, ‘Firenze sta notte sei bella in un manto di stelle…’, giovani comunque, e persino ora, agli ’80 suonati, capaci di leggerezza, nonostante i mitra dell’esercito spianati per le strade.
    Abbiam sbagliato noi, Wil, e quanto?

  31. QueenIshtar ha detto:

    un abbraccio semplice…ma di tutto cuore 🙂
    ciao willuccio dolce!
    iry

  32. flash60 ha detto:

    Che dire… un grande in bocca al lupo a tuo papà. ciao.

  33. wilcoyote ha detto:

    Grazie, Flash! Le cose vanno decisamente meglio 🙂

    Iry, mi prendo il tuo abbraccio e lo ricambio :)))
    Baciottoli!

    Ciao ArabaPernice, grazie per il commento.
    Non abbiamo sbagliato solo noi. Sono d’accordo con quanto scrive Elsa Morante nel suo “La storia”: mentre, coraggiosi, ingenui e sinceri, molti combattevano per la libertà, ad un altro livello i mandanti dei futuri vincitori e dei futuri vinti, ovvero i padroni dell’economia mondiale, progettavano il nuovo mondo sotto il loro controllo. Obsoleti i “classici” dittatori, progettavano ante litteram i grandi fratelli necessari a tale controllo.
    Insomma, i “buoni”, anche quando vincono, si dimostrano fessi.

  34. Sogliolin ha detto:

    Coyotìnnnnnnnnnnnnnnnnn :*********************

    Ma quanto è meraviglioso il tuo babbo eh? :))))

    Avevo ragione o no? 🙂

    Ti abbraccio forte fortisssssssssssssimo!!!

  35. Sogliolin ha detto:

    Ciaoooooooooooooooooo mondooooooooooooooooo pinnoooooooooooo!!!

    Ciaooooooooooooooooooooooo Lazorrìnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnn :****************

    Sono tornataaaaaaaaaa!!!!!!!!

    😉

    Baci baciolosi!!!!

  36. Lacherise ha detto:

    Bene, mi sembra che tutto prosegua bene e dunque non v’è altro da aggiungere! Auguro una buona convalescenza al papà e una serena compagnia post-operatoria tra padre e figlio/i.

  37. wilcoyote ha detto:

    Ciao, Sogliolìn! :)))))
    Sei tornata oggi, ma il tuo pensiero è rimasto con me ogni giorno.
    Baciolini :*****

    Lacherise, sì. La convalescenza procede faticosamente ma tutto sommato serenamente 🙂
    Grazie!

  38. arabapernice ha detto:

    Quanto mi piace il tuo riferimento ha un libro che così appassionatamente ho amato! E’ ben vero che i ‘giochi’ si fan sopra le nostre teste, e poco conta se a regger le sorti di un Paese è questo o quel burattino. I burattinai son ben altrove.

    Sì, tuo padre è un romantico autentico, che gli piaccia o no. E nella più rigorosa accezione del termine, non in quella banalizzata e assimilata a svenevolezza. Infatti ancora è pronto a una sfida decisiva. Che ha diritto di proclamare e affrontare. In quanto ai figli, per quello dei due che pur poco conosco, è uomo fortunato, o ha fatto, come padre, un buon lavoro. C’è una sola cosa da fare: vivere. Non tutti lo fanno con coraggio.

  39. manuelscorpione ha detto:

    bè… evviva il romanticismo!!!

    QUELLO VERO!!!

    mmmm…

    dato che tuo padre sta meglio chiedi se gli serve aiuto per il rovere….

  40. Sogliolin ha detto:

    Coyotìnnnnnnnnnnnn :)))

    Dormi tranquillo, va tutto bene :*

    🙂

    Bacioli sogliolini 🙂

  41. utente anonimo ha detto:

    specifico…

    con quello vero…

    intendo quello non decantato…

    quello vissuto…

    quello sofferto…

    quello anche a volte sacrificato…

    quello fatto con poche parole ma con tanto cuore…

    quello ormai quasi estinto…

    te capì fratellone???

    by ManuelScorpione

    p.s. questo commento non l’ho scritto io sia chiaro…

    non ho usato la parola COMUNISTA..

    no no… non l’ho scritto io!!!

  42. wilcoyote ha detto:

    Proprio così, Fratellazzo Manuel.
    Ne sai abbastanza di me per capire che la penso allo stesso modo tuo (comunista o no, eheheheh!).
    …ah, non l’hai scritto tu quel bel commento? mmm… eppure c’è un indizio ghignante che mi insospettisce :DDD
    …ti offriresti tu a manovrare un randello di rovere al posto di mio padre? Magari sul mio groppone? ehm… meglio di no!

    Sogliolìn, grazie.
    E buongiorno! :***

    ArabaPernice, dici bene. E non aggiungo altro. Salvo… un abbraccio!

  43. katana78 ha detto:

    vienitelo a prendereeeeeeeeeeeee
    ASCOLTA MUSICA STRANAAAAAA

    INDEMONIATA!

    HELP ME

    (mario, intendeva dire vienitelA a prendere…io, come dire…ho già datO, lei (l’)ha già datA, per cui….)
    :-))))

  44. Sogliolin ha detto:

    Buongiorno Coyotìn e miciola :*

    🙂

  45. wilcoyote ha detto:

    Buon pomeriggio, Sogliolìn!
    (la micia l’ho spedita a spasso, eheheh!)
    :*

    Kata, che ascolta il volatile? Non mi pare sia dedito al rock satanico…
    Alb, ma… l’ha data a te? :DDD

  46. manuelscorpione ha detto:

    no no… non ne so nulla io…

    quello è un impostore

  47. manuelscorpione ha detto:

    no no… non ne so nulla io…

    quello è un impostore

  48. manuelscorpione ha detto:

    no no… non ne so nulla io…

    quello è un impostore

  49. Sogliolin ha detto:

    Killerìnnnnnnnnnnnnnnnn…

    … e tu sei sempre esaggggggggggggggggerato!!!

    Tal lì!!! E poi non ho ragione :DDDD

    Coyotìn… diglielo anche tu 😛

  50. Sogliolin ha detto:

    🙂

    Buonanotte Coyotìn…

    … recupera la miciola che l’è furbetta eh… fa mia danni :DDDD

    MUAH!!!!

    A domani 😉

  51. wilcoyote ha detto:

    Buonanotte, Sogliolìn!
    La micia la sbatt… la invito ad uscire di casa :)))
    :***

    Fratellazzo, ho capito, ho capito! :)))

  52. ipocondriaca ha detto:

    buon giorno Coyotin!^^
    ma hai una miciola??
    anche io!!!:))))))
    si era capito dall’avatar vero??
    ***

  53. wilcoyote ha detto:

    Buongiorno Ipo! :)))
    Sì, per casa gira una micia nera e bianca (più nera che bianca).
    :*

  54. katana78 ha detto:

    buongiorno wil!
    buona settimana e un sorriso per te 🙂
    sono albatros e lascio qui un salu-bacino per sogliolin :-*

  55. wilcoyote ha detto:

    Ciao Struzzo! :)))

    Ciao Alb! Un saluto anche a te!
    (ed un bacione a Katuzza, va! dille che mi spedisca una decina di panzerotti!)

  56. stillife ha detto:

    Sig. papà di Mario: forza tifiamo tutti per lei!
    Che belli questi uomini di una volta, quello era il vero romanticismo.
    un abbraccio a tutti e due

  57. wilcoyote ha detto:

    Grazie, Miranda. Il sig. papà di Mario ha superato la fase critica, ora deve “solo” riprendersi dall’intervento.
    Ciao!

  58. Sogliolin ha detto:

    Albìnnnnnnnnnnnn se non pinni da me non ti parlo mai più!!! 😛

    Buongiornoooooooooooo Coyotìn :)))

    Torno dallo shoppinamento feriato 😉

    Ipolìnnnnnnnnnnnnnnnnnn… MUAH!

  59. monicamarghetti ha detto:

    baci baci e baci per te Mario!”

  60. wilcoyote ha detto:

    Grazie Monì! :)))
    Un bacione a te.

    Sogliolìn shoppinatrice, ciao!
    :***

    Fratellazzo, non sono alto, non sono biondo, non ho gli occhi azzurri… in qualcosa ci somiglieremo, no? :DDD

  61. utente anonimo ha detto:

    hahahhahhahahhahahhahhahah

    Coyotìn tu sei bello, hai i capelli… vuoi dire!!! :DDD

    Buonanotteeeeeeeeee, dormi bene 🙂

    Sogliolìn

  62. wilcoyote ha detto:

    Sogliolìn… ahahahahah! :DDD
    Buongiorno!
    :***

  63. stillife ha detto:

    ma che bella notizia, ci voleva per iniziare bene la mattinata.
    uff questi giorni nn passan più!!!

  64. utente anonimo ha detto:

    Ciao Wil!
    Sono contenta che sia andato tutto bene
    Buona giornata

  65. utente anonimo ha detto:

    Ero io quella di prima

    (accidenti alla sbadataggine d’agosto)

    unacocca sloggata

  66. wilcoyote ha detto:

    Ciao UnaCocca! :)))
    Grazie!

    Ciao Miranda. Anche per me è una delle poche cose positive, visto il bordello che c’è al lavoro! 😉

  67. SimoAcab ha detto:

    Wil un grande in bocca al lupo per tutto ! e rispetto per gli uomini di una volta che ti mandano a cagare in dialetto !

  68. wilcoyote ha detto:

    Grazie, Simo!
    Quegli uomini di cui parla sanno stare attaccati alla vita con forza inaspettata.

  69. Luis888 ha detto:

    Sono entrato di soppiatto nel tuo blog.
    Auguro a tuo papa’ che tutto vada per il meglio… ed una lunga vita, condita con un po’ di romanticismo…
    .. e perche’ no?

  70. wilcoyote ha detto:

    Grazie, Luis888. Non entrare di soppiatto, non ce n’è bisogno: è come un’osteria, a nessuno viene chiesto nulla e tutti portano qualcosa! :)))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...