Vacci piano con quel boccale!

Nel racconto pubblicizzato dal post precedente (non l’avete letto? Ma come?! Correte!) l’ineffabile gentildonna, protagonista della storia, si difende dal freddo e si consola dalle pene d’amore ingurgitando quantità torrentizie di bevande alcoliche varie, quello che un anglofono forse sintetizzerebbe con il termine "grog".

Le delicate maniere della pulzella di cui sopra ed il termine grog hanno innescato nel mio astemio cervello una serie di connessioni neuronali che mi hanno evocato quel grazioso ed etereo genere musicale che è quello dei sea shanty. Ovvero quello dei canti di lavoro dei marinai. Detto per inciso, ricordo che anni fa, dopo aver sentito al telegiornale di manifestazioni in occasione della prima alla Scala, sognai che, durante una toccante scena della Traviata, un gruppo di marinai in overdose da grog spediva giù dal palco a pedate i cantanti lirici, intonando una stentorea versione di Reuben Ranzo (non esattamente una romanza d’opera).

Di ricordo in ricordo, mi è venuta in mente questa canzone che una quindicina di anni fa cantavo con un quartetto vocale. Di tutti ero il cantante di gran lunga peggiore, ma a quanto pare il gruppo mi riteneva adatto ad eseguire questo brano da avvinazzati
La canzone è "All for me grog" (a dire il vero, la versione che facevamo si intitolava "All gone for grog", ma melodia e concetto sono praticamente gli stessi).
Eccovela nella versione dei Clancy Brothers:

Al solito, ecco il testo:

All For Me Grog

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

Chorus:

Well it’s all for me grog me jolly jolly grog

All for me beer and tobacco

Well I spent all me tin on the ladies drinkin’ gin

Across the western ocean I will wander

 

Where are me boots me noggin’ noggin’ boots

Gone for me beer and tobacco

Well the heels are worn out

And the toes are kicked about

And the sole is looking out for better weather

 

Chorus: …

 

Where are me shirt me noggin’ noggin’ shirt

All for me beer and tobacco

Well the collar it is worn

And the sleeves they are all torn

The tail is looking out for better weather

 

Chorus: …

 

Well I’m sick in the head and I haven’t been to bed

Since I’ve been ashore for me slumber

Well I spent all me dough

On the ladies don’t ye know

Across the western ocean I will wander

 

Chorus: …

 

Ovvero (un po’ liberamente)

E’ tutto per il mio grog, allegro, allegro grog

Tutto per la mia birra ed il tabacco

Ho speso tutto il mio denaro con le donne e bevendo gin

Ed ora vago per l’oceano occidentale.

Dove sono i miei stivali? I miei rattoppati stivali?

Se ne sono andati per la mia birra ed il tabacco

I tacchi si sono consumati

E le punte si sono aperte

E le suole hanno visto tempi migliori.

Dov’è la mia camicia? La mia rattoppata camicia?

Se ne è andata per la mia birra ed il tabacco

Il colletto si è consumato

E le maniche son tutte lacere

E la stoffa ha visto tempi migliori.

Bene, ora sono malato nella testa e non sono stato in un letto

da quando sono sbarcato per dormire.

Ho speso tutti i miei averi

con le donne, sai?

Ed ora vago per l’oceano occidentale.


 

Ah, era divertente eseguire questa canzone dal vivo. Quando cantavo le strofe tipo "Where are me boots?" gli altri coristi gridavano: "where are your boots?", in attesa della risposta nel verso successivo… La prima volta non mi avvisarono di questa idea, a stento mi trattenni dallo sghignazzare!


Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

26 risposte a Vacci piano con quel boccale!

  1. Sogliolin ha detto:

    :)))))))))) la giovane pulzella Coyotìn ha lasciato il segno… vedo!!!

    Buonanotte e sogni astemi!!! :PPP

    ;)))

  2. FireArrow ha detto:

    A sentire questa canzone, mi viene in mente “Sette spose per sette fratelli”…. Vai a capire come mai :-))))
    Buonanotte, Wil :***

  3. lo_struzzo_nero ha detto:

    Non la conoscevo!

    Un salutone SuperMarioBros 🙂

  4. wilcoyote ha detto:

    Buongiorno astemio, Sogliolìn! :)))
    Più che il segno, la pulzella ha lasciato una scia alcolica :DDD
    :***

    Paola, hai ragione. Li vedo proprio, i rudi fratelli boscaioli, a cantare quella roba!
    :***

    Buongiorno, Struzzo. E’ una registrazione degli anni ’60, la canzone ha almeno un secolo di più.

  5. xxxHHxxx ha detto:

    … ma tu questi canti li ascolti a tutto volume in auto mentre vai al lavoro?

  6. manuelscorpione ha detto:

    alternativa alla scatoletta….

    😀

  7. wilcoyote ha detto:

    Ecco, Fratellazzo, con uno di quelli mi sentirei più tranquillo :DDD
    (non è che ne hai sequestrato qualcuno da vendere sottobanco?)

    Esatto, HH. Anzi, più che la versione “edulcorata” che ho pubblicato, ascolto le versioni originali dei veri marinai. E quando arrivo in ufficio devo trattenermi dal ruttare in faccia al mio capo 😉

  8. Sogliolin ha detto:

    ECCOTIIIIIIIIIIIIII

    Coyotìnnnnnnnnnnnnnnn miooooooooooo :)))))))

    SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

  9. KatherineM ha detto:

    Simpatica canzone, proprio quel che ci vuole per tirar su il morale!
    Un abbraccio!

  10. Sogliolin ha detto:

    Buonanotte Coyotìnnnnnnn :***

    :))))

  11. Dear ha detto:

    Toc Toc…posso? Ma sì ormai sono entrata…mi piace questa canzone fà per me anche se sono astemia, ora me la canto un pochino prima di andare a dormire.Dolce notte “coyotin”.

  12. wilcoyote ha detto:

    E’ APERTO! Ah, sei già entrata… mettiti comoda, Dear :)))
    Non è da tutti cantare un canto di marinai alle undici e mezza di notte 😀
    ‘notte!

    Eccomi, Sogliolìn! :)))
    Buonanotte!
    :***

    Proprio vero, Katherine. Meno male che abbiamo la musica! 🙂
    Ciao!

  13. Dear ha detto:

    I canti da marina van bene a tutte le ore coyotin, ti mettono una certa allegria, mi umbriaco anchesenza bere!

  14. Sogliolin ha detto:

    Buongiornoooooooooo buongiornooooooooo agitato, Coyotìn!!! :***

    :DDDD

  15. wilcoyote ha detto:

    Buongiorno, Sogliolìn! :)))
    Agitato? Ussignur! Già…
    :***

    Però! Buondì, Dear avvinazzata di canti marinari! :)))

    Buongiorno, Struzzo!

  16. LaVostraProf ha detto:

    Ah, guarda, anche per me come Fire: mi è venuta voglia di rivedere “Sette spose per sette fratelli”, è stato un riflesso automatico 🙂

  17. alebenfenati ha detto:

    bella canzone,
    l’ascolto dopo

    🙂

    mario perdoni prima che le ho messo giù il fon manco fosse stato mammucari è che arrivata sotto casa si sono addensati parecchi vicini uno più spacca dell’altro

  18. Sogliolin ha detto:

    Coyotìn perchè ti mucchizzi a quest’ora?

    Sei un’incognita…

    ‘Notte ninna stancaaaaaaaa!!! :**

  19. wilcoyote ha detto:

    Sono un’incognita? Be’, non è grave, basta avere un’equazione per determinarmi :DDD
    Buonanotte, Sogliolìn!
    :***

    Ale, i vicini si sono addensati perché ti hanno sentito urlare qualcosa a proposito di qualcuno in mutande!
    (io a Mammuccari non metterei giù: gli reciterei un rosario di insulti!)

    NostraProf, sarebbe filologicamente scorretto (è una canzone di mare, i sette fratelli sono boscaioli montanari), anche se emotivamente comprensibile 😉
    (ed ora arriverà LaNoisette a dirmi anche lei di quel film).
    Ciao!

  20. Sogliolin ha detto:

    Buongiornoooooooo matematicooooooo, Coyotìn!!! :*

  21. wilcoyote ha detto:

    Buongiorno affettuoso, Sogliolìn :)))
    :***

    Buondì, Struzzo, buon giovedì anche a te! :)))

  22. Dear ha detto:

    E’ PERMESSOOOOOOO???? Maremma non c’è nessuno qui…vabbé lascio un bigliettino: ciao coyotin, ho pensato a te e te l’ho detto, così lo sai.
    Dear che non c’è più tanto con la testa.

  23. lanoisette ha detto:

    vabbè, non ti dirò che voglio rivedere Sette spose per sette fratelli, ma che mi ricorda molto quei film americani dove i ragazzi che andavano ai campi estivi cantavano queste canzoni marciando vestiti da giovani esploratori e fischiettando tutti insieme…

  24. wilcoyote ha detto:

    Ussignur, Lanoisette! I rudi marinai che cantano quella roba si potrebbero turbare! 😉
    Ciao!

    Ciao Dear-che-non-c’è-più-tanto-con-la-testa! :)))
    Grazie per il pensiero, decisamente gradito :)))
    Un bacione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...