Fantasmi

Questo post è collegato a quest’altro, pubblicato da Dear sul blog delle tre allegre civette.

Una sera d’autunno di qualche anno fa. E’ ora di cena, sto massacrando qualche semplice ricetta (per le ricette più complesse ho il divieto sancito da una risoluzione dell’ONU) quando squilla il telefono. Allora non avevo un cordless, mi toccava rispondere da un corridoio freddo, buio e pieno di spifferi.

Rispondo, è E., che ha un tono di voce angosciato. E’ andata a vedere "The Exorcism of Emily Rose", un inquietante film sulla possessione diabolica, spacciato per storia vera. Cerco di sdrammatizzare con qualche battuta, ma l’amica mi zittisce, è davvero spaventata. Incredibile il potere della suggestione. Mi racconta che, nel film, il diavolo si mette in contatto con la protagonista alle tre di notte, e teme di non riuscire a dormire per paura di venire svegliata da apparizioni demoniche. Trattengo le ghignate e cerco di tranquillizzarla, con tono suadente e argomentazioni da testimone di Geova. Dopo oltre mezz’ora di ball… di blandizie E. mi sembra più tranquilla. Riaggancio il telefono e torno allo scempio culinario di cui sopra.

Qualche ora dopo vado a letto. Non ho problemi ad addormentarmi, e anche quella sera mi assopisco subito. Mi sveglio in piena notte, come spesso mi capita, in genere per farmi un giro in bagno. Apro gli occhi, cercando di adattarli al buio, e vedo… una chiazza luminosa sfocata, di colore azzurro, sul soffitto! Cosa sarà mai?
Inevitabilmente, dall’inconscio emergono le storie di eventi ultraterreni di cui avevo parlato con E. Potenza della notte (e della suggestione), inizio ad avere un po’ di paura. Paura che non mi trattiene dal guardare la sveglia sul comodino, i cui led rossi segnano le 3:00. Mandando a quel paese decenni di formazione scientifica, me la faccio sotto (in senso figurato, neh?) e, con un po’ di esitazione, temendo di vedere cose non gradite, accendo la luce. Sembra tutto a posto, non si vede più la chiazza azzurra. Mi alzo e, in fretta, vado in bagno, sbirciando dietro le spalle e cercando di evitare di incrociare con lo sguardo lo specchio. Faccio quello che devo fare, stimolato ulteriormente dalla strizza, e torno in camera. L’orologio segna le 3:02, l’ora diabolica è passata e non sento odore di bruciato. Ho ancora qualche esitazione a coricarmi e spegnere la luce, quando l’occhio mi cade (sempre in senso figurato) sulla stampante, appoggiata sulla scrivania e coperta da un telo semitrasparente. La maledetta periferica è accesa e sono i suoi led verdi, filtrati e deformati dal telo, a proiettare le chiazze azzurre sul soffitto. Ma vaffanculo!
Spengo il dannato aggeggio e torno a letto. Ci metto un po’ ad addormentarmi, poi la mia natura di marmotta prende il sopravvento.

…però in quei pochi minuti mi sono spaventato davvero!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Fantasmi

  1. utente anonimo ha detto:

    Ciao e buona serata da Maria

  2. wilcoyote ha detto:

    Ciao. Oh, non ti chiami Melina, come il tuo blog? Anni fa conobbi una Melina, ragazza carina e ottima sistemista…

  3. Sogliolin ha detto:

    hahahahahahahahhaahahahha

    A tutto c’è un perchè Coyotìn… vedi!!!

    ahahahhahahahahahahah

  4. lanoisette ha detto:

    se fa paura non lo leggo.

  5. AgapeMark ha detto:

    Mario non era un led di stampante….era una freccia di Fire….

    PS: di la mi stanno massacrando…

  6. Dear ha detto:

    Bellissimo racconto! Che figata mai chemi capiti una cosa così elettrizzante! Mai niente!!!

  7. Dear ha detto:

    ueilà grazie per avermi citata!

  8. profemate ha detto:

    wil… veramente la notte fa diventare paurose le cos epiù normali… ma a me capita con i pensieri… non con le macchie sul soffitto… !

  9. wilcoyote ha detto:

    Hai ragione, Profe. Pensieri, ma non solo.

    Dear, citazione doverosa :)))
    Io preferisco che non mi capiti mai niente, e invece…

    Agape, vedrò di procurarti uno scudo rivestito di materiale refrattario!

    Noisette, fa paura solo a me! 😉

    E’ proprio vero, Sogliolìn. Ci sono circostanze, però, in cui sembra di non essere in grado di capire. Ma poi passa 😉

  10. DamadelSole ha detto:

    Eh, devo aggiungere che con questa storia hai terrorizzato anche me, per notti intere!! :s
    Ti ricordi??? 😀
    Smmmack!

  11. wilcoyote ha detto:

    Mi ricordo, Roby. Sei una delle prime persone a cui ho raccontato questa storia! Non credevo che ti avrebbe impressionato :)))

  12. unachicca ha detto:

    Oh.. col tuo post mi hai fatto venire in mente un mio incontro ravvicinato del quarto o addirittura del quinto tipo..
    Lo aggancio di la eh!

  13. wilcoyote ha detto:

    Un incontro ravvicinato del quinto tipo? Ussignur… andrò a leggere!
    Ciao, UnaChicca!

  14. FireArrow ha detto:

    Io, che amo moltissimo i libri di Stephen King e i film horror, spesso m’inquieto per certi “rumori” o “visioni” notturne.
    Quando poi scoppia un temporale mentre sto leggendo uno di quei libri, l’eventuale black-out che ne consegue mi comporta dei batticuore frenetici….
    E la mia razionalità e la mia totale fede nella scienza vanno a ramengo (non il paese in provincia di Asti, neh!)…..
    Buonanotte, Mario :***

  15. wilcoyote ha detto:

    Pensa, la sera che scrissi questo post si era levato un forte vento. E la botola che dà sul soffitto, per qualche motivo sconosciuto, era fuori posto. Inquietante!
    Buonanotte, Paola! :)))
    :***

  16. povna ha detto:

    eh, eh: capita anche la razionalità migliori… per esempio, conosco qualcuno che, leggendo… 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...